Tra immagine e forma

La premessa mi sembra opportuna non tanto per chiarire un possibile statuto della grafica che il tema affascinante richiederebbe ben altri approfondimenti qui non consentiti, quanto perché trova un convinto e convincente svolgimento in Ugo D'Ambrosi che, a mio parere, rappresenta una testimonianza esemplare per verificare in che consista l'autonomia della grafica e in che termini possa porsi rispetto alla pittura.